Weekend a Bologna: cosa non puoi perderti e 5 luoghi da vedere assolutamente!

Weekend a Bologna, ecco cosa vedere durante un viaggio in quella che viene definita la "Città rossa, grassa e dotta"

0
385
Weekend Bologna

Qui vorrei darti qualche consiglio nel caso in cui decidessi di passare un weekend a Bologna, una delle città più belle d’Italia. Sai perchè è chiamata la Rossa, la Dotta e la Grassa?

Perchè il capoluogo emiliano è famoso principalmente per tre cose: le sue case dai caratteristici mattoni rossi, la sua antica e rinomata Università e la prelibatezza della sua cucina.

Molte delle sue vere bellezze si nascondono tra le sue strade e sono soprattutto attrazioni storiche medievali. Tra tutti gli angoli affascinanti, spiccano cinque tappe irrinunciabili per cogliere al meglio lo spirito di questa città, immergersi nella sua vita – animata da tantissimi studenti universitari anche fuori sede – e portarsi a casa il ricordo di un vacanza da sogno.

Piazza Maggiore

Se hai deciso di trascorrere un weekend a Bologna, passeggiando tra le sue passerai sicuramente in Piazza Maggiore, o Piazza Grande, il cuore pulsante della città, centro della vita religiosa e cittadina.

weekend a bologna

Su di essa si affacciano i principali edifici medievali della città, dal Palazzo Comunale (o Palazzo D’Accursio) alla Basilica di San Petronio, mentre al centro, vi si trova la famosa Fontana del Nettuno. Qui si può ammirare anche il Palazzo del Podestà, risalente al XIII secolo, è il Palazzo di Re Enzo, il Palazzo dei Banchi e il Palazzo dei Notai.

Osservando il perimetro della piazza si noterà una delle caratteristiche tipiche di Bologna: la presenza dei portici! Nessuna altra città italiana, e neppure nel mondo, possiede tanti porticati quanto questa città, e insieme alle sue torri sono certamente un tratto distintivo. Tutti insieme, quelli del centro storico e quelli delle aree più periferiche, misurano più di 50 km. Se nel vostro weekend a Bologna inizierà a piovere quindi non vi dovete preoccupare: si può passeggiare tranquillamente in città anche senza bagnarsi. Dal 2021 parte dei portici bolognesi è stata inserita dall’Unesco tra i beni che costituiscono il patrimonio dell’umanità.

Dopo una sosta vicino alla Fontana del Nettuno, costruita dal Giambologna nel 1565, è il momento di entrare nella chiesa dedicata al santo patrono della città.

Basilica di San Petronio

In Piazza Grande, davanti al Palazzo del Podestà, si trova la Basilica di San Petronio, la chiesa più importante di Bologna e la sesta più grande d’Europa.

Per farle spazio, durante la sua costruzione che durò vari secoli – dal 1390 al 1663 – furono demolite torri ed abitazioni. Ancora oggi si nota che la facciata è incompleta e in effetti la storia di questo monumentale edificio religioso è costellata di difficoltà dovute alle complesse vicende storiche e politiche della Bologna medievale e rinascimentale. Le lotte e le rivalità tra il Comune da una parte e il Papa dall’altra non furono tra le uniche cause del rallentamento e della sospensione dei lavori, ma anche varie diatribe tra gli architetti. Insomma, un progetto travagliato che non ci impedisce comunque oggi di godere di alcune opere d’arte davvero eccezionali.

Nella basilica di San Petronio infatti, tutti coloro che trascorrono un weekend a Bologna, possono ammirare opere dello scultore Jacopo della Quercia (studiate e apprezzate anche da Michelangelo!), oltre ad esempi di architettura rinascimentale come il ciborio del Vignola e pitture che vanno dal XV al XVIII secolo.

Prima della vostra visita potete approfondire qui tutta la storia della Basilica di San Petronio!

Santuario di San Luca

IL Santuario della Madonna di San Luca è un luogo di culto molto particolare, per questo è uno dei luoghi da vedere durante un weekend a Bologna. Innanzitutto ed è collegato alla città attraverso più di 600 portici, che come abbiamo già detto percorrono la città per molti chilometri.

weekend a bologna

Questa chiesa è una tappa interessante per chi ama le viste panoramiche! Dal 2017 è possibile accedere al suo terrazzino panoramico, dal quale si può ammirare una vista di Bologna davvero unica nel suo genere: dai colli fino a Casalecchio di Reno.

Se preferite non allontanarvi dal centro storico, sono tanti gli edifici religiosi da visitare per conoscere meglio la storia di Bologna. Le mie preferite sono state sicuramente la Basilica di San Domenico – con la splendida Arca di San Domenico scolpita da Nicola Pisano – e la Basilica di Santo Stefano.

La Torre degli Asinelli

Anche in centro città comunque le viste mozzafiato non mancano…purchè non soffriate di vertigini. Le torri sono uno dei tratti distintivi della città di Bologna, nonostante ad oggi ne siano sopravvissute meno di venti. Durante un weekend a Bologna potete ammirarle dal basso, oppure avventurarvi lungo impervi scalini per raggiungere la sommità come nel caso della Torre degli Asinelli.

Le due torri più famose sono infatti la Garisenda, più bassa e non visitabile, e appunto la Torre degli Asinelli. Quest’ultima costruita tra il 1109 e il 1119 dall’omonima famiglia – di fede ghibellina – che le ha lasciato questo curioso nome!

weekend a bologna

Ti consiglio vivamente, se trascorri un weekend a Bologna, la visita a questo luogo. Ci si arrampica lungo i 498 gradini della scalinata interna e si arriva fino in cima dove – a circa 97,20 m di altezza – si domina con lo sguardo l’intera città.

Vicino alla Torre degli Asinelli parte via Zamboni, dove oggi hanno sede alcune delle Facoltà umanistiche dell’Università di Bologna. Sono sempre animate da ragazzi e ci sono alcuni locali davvero carini e caratteristici. La Torre è così vicina all’Università, ma gli studenti bolognesi si guardano bene dal salirci…perchè? Una diceria popolare dice che chiunque la visiti prima della laurea, non otterrà mai l’ambito titolo di studio.

Percorrendo via Zamboni verso Porta san Donato si raggiungono altri luoghi che – seguendo i vostri interessi – si possono visitare durante un weekend a Bologna: il Teatro Comunale, il Museo di Palazzo Poggi e soprattutto – se amate l’arte – la Pinacoteca Nazionale.

La Piccola Venezia di via Piella a Bologna

Tra le viuzze di Bologna, di preciso in via Piella, è possibile ammirare il più importante corso d’acqua della città, il Canale delle Moline.

weekend a bologna

Il suo nome deriva proprio dal fatto che l’acqua di questo canale serviva ad alimentare i mulini con cui si lavorava il grano. È probabilmente l’unico canale che si può ammirare, poiché tutti gli altri sono stati ricoperti d’asfalto, è si ha davvero l’impressione di essere in una piccola Venezia. A due passi da via Piella c’è una delle Trattorie bolognesi di cui mi ha parlato un’amica ex-studentessa universitaria qui in città: l’Osteria dell’Orsa! I primi piatti sono quelli della tradizione – dagli immancabili tortellini alle lasagne con ragù alla bolognese – e anche proseguendo con secondi e taglieri di affettati misti si resta fedeli alla cucina locale grazie all’accompagnamento di tigelle e crescentine fritte.

Insomma, se volete dedicare un weekend a Bologna alla scoperta della città, i luoghi che vi ho suggerito sono solo alcune delle molteplici cose da vedere in quella che viene definita – e adesso sapete perchè! – la “Città rossa, grassa e dotta“.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui