Con Paolo Poli, fondatore e anima del brand abbigliamento Prestorik, ho parlato della nascita e del futuro di questo marchio ispirato - con gioia e ironia - alla bellezza e alla naturalità della cultura rurale montana
HomeModaAbbigliamento Prestorik, brand artigianale che dalla Val Camonica esporta nel mondo l’ironia,...

Abbigliamento Prestorik, brand artigianale che dalla Val Camonica esporta nel mondo l’ironia, la poesia e l’unicità della cultura montana

Author

Date

Category

Non sono semplici “vestiti” quelli del brand abbigliamento Prestorik, ma capi di vestiario che parlano una propria lingua unica e originale, raccontando una storia bellissima. Perché non possono che essere belle le storie che partono da un luogo – la Val Camonica – dove sono stati proprio i segni del territorio a dare il via a tutto. Ad un’ispirazione, ad un’idea creativa, ad un progetto animato da ricerca, voglia di esprimersi, fare cultura – e non solo moda! – guardando alle proprie radici.

Cristina Cocco abbigliamento Prestorik

Come sapete io amo le storie che stanno dietro alle cose e alle persone. E con le persone adoro parlare e confrontarmi, per conoscerle e approfondirle. Chi poteva soddisfare tutte le mie curiosità sull’ abbigliamento Prestorik se non Paolo Poli, il suo creatore. Insieme al fratello ha nel 2004 intrapreso una straordinaria avventura imprenditoriale. Fatta di passione, di sogni, di ingegno e di tanta creatività.

Un’avventura che si è trasformata nel tempo, crescendo ma restando fedele ai propri valori iniziali, alle proprie suggestioni ispiratrici. La montagna camuna, il suo background storico e culturale. La Natura, con i suoi alberi e i suoi animali. Pronti a scoprirla con me?

Dal gelato al brand abbigliamento Prestorik…la trasformazione della stessa passione artigianale per la manualità

La storia della nascita di Prestorik non può essere separata da quella del suo fondatore, Paolo Poli. Nativo di Braone è figlio di un boscaiolo, che era anche commerciante. In casa, fin da bambino, vede gli strumenti che suo padre usa per lavoro, come la motosega. Nella sua fervida immaginazione non sono semplici attrezzi con una funzione pratica ben precisa, ma oggetti interessanti da osservare. Belli da vedere. Lì Paolo ha iniziato ad allenare il suo occhio alla creatività e qualche anno dopo, questi ricordi d’infanzia lo hanno ispirato a cambiare vita.

A vent’anni era a Tarifa, in Spagna, dove aveva aperto una gelateria artigianale. In questo regno dei surfisti, Paolo ha visto alcuni marchi di abbigliamento e accessori ispirati alla cultura locale fatta di paesaggi oceanici, spiagge tropicali con le palme, acque popolate da squali. È riandato allora con la memoria al folklore della sua terra, alle tradizioni montane, alla loro semplicità sempre condita di ironia e poesia.

Cristina Cocco abbigliamento Prestorik

La Natura e i boschi, gli alberi, i pini. I cervi, gli orsi, la neve. Questi i soggetti che immaginava per disegnare i suoi vestiti.

È nata così l’idea di creare un abbigliamento Prestorik che unisse questa ispirazione alla passione per la manualità e l’artigianalità.

La montagna che nutre l’abbigliamento Prestorik non è quella di un turismo mordi e fuggi….

Paolo aveva le idee chiare fin dall’inizio. Non voleva creare capi tecnici destinati all’alta montagna. Non cercava le idee di performance sportiva che possono animare chi in Val Camonica viene per le scalate estreme, ma proporre un’idea della montagna vissuta dal basso. Quella dei montanari, a volte un po’ rudi forse, ma schietti e genuini.

Cristina Cocco abbigliamento Prestorik

Così è iniziato tutto. Con un impegno di Paolo e suo fratello nella gestione di tutto il sistema – creativo e produttivo – in prima persona. Una scelta dettata non solo dal bisogno di ottimizzare le risorse e razionalizzare le spese, ma in risposta al carattere di Paolo. Preciso e pignolo, sapeva ciò che voleva e non era disposto a lasciare nessun dettaglio al caso, all’improvvisazione o in mani che non lo soddisfacevano. Così dal disegno manuale alla stampa serigrafica, compresi tutti gli step che implicavano uso di software e tecnologia, Paolo ha imparato e sperimentato. Persino la promozione e le campagne social sono state curate da lui nei minimi particolari!

Un percorso di impegno e sacrificio, pieno di gioie, soddisfazioni, ma anche rinunce. Spesso in giro per seguire le fiere, le manifestazioni, la distribuzione e molto altro. Un tragitto che ha portato profondi cambiamenti nella sua vita, anche quella famigliare, ma era ciò che voleva fare e soprattutto rifletteva ciò che era. Non poteva andare diversamente!

Cristina Cocco abbigliamento Prestorik

Oggi il brand abbigliamento Prestorik vede anche prodotti nuovi e accessori che propongono un vero e proprio stile di vita, una filosofia che sa essere street e urban pur richiamandosi all’habitat naturale della montagna. Oggetti per l’outdoor, per i pici nic o il campeggio, ma anche per l’indoor! Cuscini, tovaglie, piccoli oggetti d’arredo come gli appendini o i quadri serigrafici con cornici in legno.

Idee e progetti? Un futuro che affonda nella consapevolezza di una crescita cha va ottenuta passo dopo passo

Per farci raccontare da Paolo qualcosa sul futuro dell’abbigliamento Prestorik dobbiamo fare…un passo indietro e guardare al recente passato. Circa tre anni fa il brand aveva un altro logo, che è stato rinnovato modificandolo come lo conosciamo oggi. Diviso in quattro parti, una per ogni elemento della Natura. Il design è stato pensato per avvicinare Prestorik al mercato internazionale e globalizzato, pur restando legato alla sua originaria ispirazione. Paolo dice che per ora ha avuto ragione di questa intuizione, ma non si sbilancia e incrocia le dita! Anche perché il brand viene da un periodo difficile come quello della pandemia…

abbigliamento Prestorik

I negozi fisici di Bergamo centro e Ponte di Legno hanno chiuso per le “sanguinose” implicazioni da Covid, ma la progettualità di Prestorik sta già voltando pagina, reivestendo per ripartire. Nuova apertura prevista ad ottobre per il nuovo laboratorio, con shop annesso, in una nuova zona ad Esine, vicino al Mercato dei Sapori. Un rilancio per il domani, per affrontare le nuove sfide. Quali?

Essere presenti negli store multibrand. Questo un desiderio di Paolo, a cui non viene mai meno l’entusiasmo. La sua è una profonda consapevolezza che servono impegno e duro lavoro per arrivare a dei risultati. Mi confida che nulla è arrivato all’improvviso e questo ha permesso una crescita naturale di Prestorik, basata sul continuo reinvestimento degli utili e uno studio delle nuove prospettive commerciali!

Da una dimensione locale, ci si sta aprendo sempre di più e con successo ad un mercato che vuole novità, piccoli brand originali, una produzione non standardizzata ma basata su unicità e tratti distintivi peculiari. Non solo in Italia, ma in Europa e nel mondo.

Direi che partendo dal suo storico slogan “Pane e salame” l’abbigliamento Prestorik non difetta di nessuno di questi valori.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Cristina Cocco

Influencer

Italo Canadese, amo l'Italia e la sua arte, cultura e gastronomia. Dal Fashion al Food per passare dal Beauty all'Arte.
"Lo spirito del mio Blog? Un Lifestyle a cinque stelle per persone comuni"

Articoli Recenti